I seminari a cura di Fulvio Piccinino, oltre 40 tra l’Italia e l’estero partire dal 2014, sono stati ideati per rivalutare l’unico movimento artistico che abbia preso in considerazione la miscelazione, al punto da definirla,insieme a la cucina, l’ottava arte.

Spesso si dimentica che negli anni venti e trenta grazie agli artisti aderenti al Futurismo furono create le miscele più originali della storia del cocktail, nel tentativo rivoluzionario di stravolgerne le regole, utilizzando quasi esclusivamente prodotti nazionali, in particolar modo vermouth, grappa e liquori di territorio.
I seminari, hanno lo scopo di illustrare tecniche di servizio, liquori e cocktail del periodo per comprendere quanto possano essere attuali certe tecniche, oggi rivalutate e proposte in molti bar.
Un “come eravamo” per capire cosa sia e cosa sarà l’applicazione della miscelazione futurista al contesto attuale.

 

ARGOMENTI TRATTATI

  • La nascita del Futurismo come movimento culturale internazionale
  • Contestualizzazione delle polibibite nell’arte futurista
  • L’applicazione della regola futurista nella miscelazione
  • L’uso nella miscelazione di soli i prodotti italiani come vino, vermouth e grappa
  • Illustrazione di tecniche di servizio e prodotti dell’epoca
  • I sodalizi pubblicitari di Depero con Campari e Strega, la nascita della grafica pubblicitaria
  • Le innovazioni della miscelazione futurista: i concetti di simultaneità, mutamento, azzardo e stupore
  • La contemporaneità della miscelazione futurista con abbinamenti sensoriali, l’uso di luci, profumi e rumori
  • Preparazione e degustazione di alcune polibibite

Per informazioni: cocchi@cocchi.com saperebere@hotmail.it

 

Date 2017

Seminari di Miscelazione Futurista